Li Gotti (IDV): Lo Stato Sta Provocando un Disastro

01 feb 2012 | 08:49 Editor: Casinotop10

Intervista esclusiva sul mondo del gioco al Senatore dell'Italia dei Valori Luigi Li Gotti. Che non lesina pesanti critiche al comportamento dello Stato Italiano.

L’ultima battaglia è stata una sconfitta, ma lui la definisce una vittoria rimandata.

Innalzando in maniera estremamente modesta la tassa sui concessionari dei giochi d’azzardo, si possano ricavare 250 milioni di euro da destinare alla giustizia, alla polizia penitenziaria e ad altri corpi di giustizia, questo prevedeva l’emendamento illustrato dal Senatore dell’Idv Luigi Li Gotti, poi bocciato dall’Aula due giorni fa, la cui finalità era di “trovare risorse finanziarie attraverso una maggiore tassazione dei concessionari”.

L’esponente dell’Italia dei Valori continua a portare avanti la sua lotta al gioco d’azzardo “Non per abolirlo, ma per limitarlo” mettendo al centro di queste battaglie, tra vittorie e sconfitte, gli interessi delle vittime del Gioco.

Senatore, si aspettava la bocciatura all’emendamento al decreto legge che ipotizzava un innalzamento del prelievo fiscale sui concessionari per trovare risorse finanziarie da destinare alla giustizia?

Era nell’ordine delle cose. Andava fatto e andava fatto adesso, la promozione è forse solo rimandata perché c’è già qualcosa di ufficioso in positivo.

La soluzione è semplice: aumentare la tassazione per i concessionari del gioco d’azzardo, in modo particolare, e non concedere gratuitamente le licenze e le autorizzazioni per i videopoker on line a società estere, perché é questo che sta avvenendo.

Mentre con Aams, in quanto a censura della pubblicità Lei e altri colleghi avete riportato un netto successo, no?

Si ma non ci accontentiamo. Dopo aver ottenuto il ritiro della pubblicità “La prima volta” stiamo lottando per uno spot ancora più grave che sta girando nelle scuole. Aams ha diffuso una pubblicità in cui si spiega ai bambini la differenza tra gioco lecito e illecito, ma tutto ciò è assurdo.

Mi oppongo a una sensibilizzazione dei ragazzi al gioco in assoluto, lecito o illecito che sia.

Libro Verde della Commissione Europea che non arriva, salvo alcune indicazioni, ogni nazione che si da regole proprie che generano contrasti e illegalità: che ne pensa? Non c’è soluzione?

L’Europa afferma il principio di stabilimento per chi opera in una nazione e ciò non può essere discriminante. Ma purtroppo da molta, troppa libertà.

Le modifiche da noi proposte puntano all’allineamento con l’articolo 88 in materia di sicurezza, al fine di contrastare il crimine, ma non con mero fine punitivo ma per perseguire una più chiara regolamentazione, quindi certezza. Ed è per questo che in Italia abbiamo qualche problema in più.

Abolirebbe il gioco d’azzardo?

Non siamo per la cancellazione, ma per una maggiore regolamentazione, per la tutela delle fasce più deboli, contro la pubblicità subdola e soprattutto contro l’illegalità e la malavita che ruota attorno al gioco.

Eppure ci sono politici che rispetto a Lei prima hanno inneggiato alla liberalizzazione, hanno sbandierato gli aspetti positivi e ora condannano il gioco. Solo un modo per fare bella figura o perché seconde lei?

Ci sono politici che possono essere interessati a un certo tipo di andamento della questione gioco. Non mi sorprende, perché alcuni politici interessi economici da tutelare attorno al gioco.

Questo è grave quanto la doppia faccia dello Stato che da una parte vuole difendere la società e dall’altra la incentiva a giocare …

Lo Stato vuole fare cassa e sta provocando un disastro sociale dovuto alla ludopatia. Lo Stato sta incentivando il gioco facendo migliaia di vittime.

Come mai l’emendamento sulla Ludopatia, che sembrava un problema da risolvere all’inizio del 2012 è stato congelato?

Perché il Governo è in difficoltà e non può o non vuole riconoscere la ludopatia come malattia. Definirla tale ha un costo, quindi è solo un problema di soldi.

Se c’è una malattia ci vuole una cura, ci vogliono studi, ricerche, tutele, quindi tutto si riduce a dei costi. Da evitare.

Nel frattempo scoppia un attacco alle Poste per i Gratta e Vinci e l’insistenza degli impiegati che provano a rifilarli alle fasce deboli in coda per le operazioni postali …

Assurdo, ma temo che tra poco li offriranno anche negli ospedali di questo passo.

Senatore, quindi in conclusione, cosa si augura da questo 2012 nella battaglia al gioco d’azzardo?

Speriamo di riuscire a far approvare il testo unico di Sicurezza. Speriamo di portare avanti disegni di legge, già firmati da tutti i partiti tranne la Lega, che però credo firmerà, per inasprire le sanzioni, ridurre le slot machines in Italia (che sono 400 mila) e in generale ridurre le occasioni la dimensione del gioco.

Chi è Luigi Li Gotti

Nato a Mesoraca, nel crotonese, il 23 Maggio del 1947 – ma cittadino romano da 1974 –  è sposato e ha due figli. Avvocato, da professionista, si è occupato di processi come la strage di Piazza Fontana, il sequestro Moro, l’omicidio del commissario Luigi Calabresi, le stragi di mafia.

Entra a far parte dell’Italia dei Valori nel 2002, dopo più di tre decenni di appassionata politica, quando assunse l’incarico di Responsabile del Dipartimento Giustizia. Eletto Senatore nel 2008 e attualmente membro della Commissione Antimafia, della Commissione Giustizia, oltre che Vicepresidente del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa e della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari. Nel governo Prodi, era sottosegretario alla giustizia.

Dice di sé:

-          “La mia vita professionale è stata molto densa, sono stato fortunato, non mi sono annoiato ed ho il piacere di dedicarmi ogni giorno ad una delle mie più grandi passioni: la politica”. “Io credo nella politica,  essendo convinto che con essa cammini la democrazia.  Senza di essa,  c’è l’oligarchia e la dittatura,  palese o strisciante”.

Articolo di: L. C.

Qual è il tuo numero?

lukcynumber
lukcynumber

Giochi Gratis

Roulette Gratis Online

Roulette Gratis Online

La roulette gratis online è un gioco estremamente emozionante al quale potete giocare in ogni momento e ovunque voi siat...

Continua a leggere