Perchè giochiamo? Arriva la risposta scientifica

Perchè giochiamo? Arriva la risposta scientifica

21 apr 2014 | 09:38 Editor: Federica Zacchi

Perché giocare ci piace? Possiamo dare mille risposte a questa domanda, ma sarà difficile trovare quella “giusta”. I primi a provarci sono stati i grandi filosofi e saggi del passato; poi, tra ricercatori e scienziati, c'è stato un susseguirsi di studi – che continua tuttora – per capire i meccanismi cerebrali che, è proprio il caso di dirlo, entrano in gioco.

Diciamo innanzitutto che il gioco, nelle sue svariate forme, è qualcosa di profondamente radicato nella natura umana, qualcosa che l'uomo porta con sé fin dai tempi più antichi. La possibilità di giocare è anche una condizione intrinseca dell'apprendimento: imparare divertendosi sviluppa e stimola le capacità motorie, l'immaginazione e l'intelligenza del bambino.

L'importanza del gioco non si esaurisce certo nell'infanzia ma rimane invece fondamentale anche nella vita adulta, poiché partecipa al continuo sviluppo delle nostre capacità cognitive e va a influire sul nostro umore.

Se apriamo il dizionario alla voce “piacere”, leggiamo: «è un'esperienza o un sentimento che corrisponde alla percezione di una condizione positiva, fisica e psicologica...è il senso di soddisfazione che deriva dall'appagamento di desideri, fisici o spirituali, e di aspirazioni di vario genere. E' godimento, esaltazione dei sensi.»

Responsabile principale di queste sensazioni è una sostanza prodotta in diverse aree del cervello: la dopamina. Questo neurotrasmettitore svolge un ruolo fondamentale nel sistema della gratificazione, della memoria, dell’apprendimento e dello sviluppo motorio: regola il piacere nel cervello e condiziona ogni giorno le nostre decisioni, perché ha il grande potere di influenzare le nostre aspettative.

Che cosa succede in un Casinò o davanti al PC?

perche giochiamoLa predisposizione al gioco, secondo i risultati di alcuni studi, dipenderebbe principalmente da quello che in psicologia è chiamato “schema di rinforzo”: il giocatore, infatti, efficacemente rinforzato da vincite “casuali”, sarebbe spinto a ritentare più volte la fortuna, in quanto, scommessa dopo scommessa, si convince che più tentativi significhino più possibilità di vincita.

Alcuni ricercatori hanno focalizzato i loro studi  su quello che succede nel lasso di tempo che va dal momento della puntata a quello del risultato. E' proprio in questo frangente, infatti, che si verificano i due momenti decisivi per il meccanismo del rinforzo: l'eccitazione associata al gioco in sé e il denaro che si potrebbe vincere.

Quando il sistema di ricompensa che regola l'impulso a giocare è disturbato, il gioco diventa un bisogno compulsivo: il giocatore non riesce più a controllarsi e sente il bisogno irrefrenabile di giocare; cerca una ricompensa immediata e, sia che la ottenga sia che non la ottenga, continua a scommettere per ottenere vincite sempre più alte o per recuperare eventuali perdite. Non riesce a fermarsi perché la sua convinzione, totalmente irrazionale, è quella di vincere.

Ci sarebbe ancora molto da dire su quello che succede nel nostro cervello, sui meccanismi sani o patologici che sviluppa. Accenniamo solo al fatto che la regolamentazione e l'aiuto a chi soffre di dipendenza sono aspetti fondamentali per far sì che il gioco continui a essere solo divertimento e porti benessere psicologico reale. Per tutti.

Questione di Fede?

Alcuni poi hanno teorie del tutto differenti sul perchè la gente sia attratta dai giochi del casinò oltre che dalle vincite che permette. Lo psichiatra David Forrest ad esempio ha analizzato un grosso campione di giocatori di slot machine, che è considerato tra tutti il meno impegnativo tra i giochi del casinò. 

Ebbene lo studioso è giunto alla conclusione che gli appassionati di questo gioco lo preferiscono ad altri non perchè non richieda il dover pensare o usare strategie, ma perchè sono attratti da qualità come il mistero, la ricompensa e l'attesa, che sono tra le altre alcune delle caratteristiche distintive di molte religioni e credo ancestrali. 

Scopri di più Federica Zacchi

Communication and Public Relation officer

Qual è il tuo numero?

Giochi Gratis

Roulette Gratis Online

Roulette Gratis Online

In tutto il mondo, da centinaia e centinaia di anni, sono moltissimi i giocatori che hanno vissuto – e tuttora vivono – ...

Read More