Sognando Las Vegas in Sicilia

15 apr 2014 | 12:37 Editor: Federica Zacchi

Basta più traversate verso Malta, basta voli low cost verso il Nord Italia o verso l'estero. Per gli abitanti del Sud Italia appassionati di gioco d'azzardo, sono “in cantiere” grandi novità.

Sì, perché la Sicilia ha lanciato la sfida con due nuovi Casinò: una svolta storica e un progetto ambizioso, che coinvolge a 360 gradi la vita sull'isola.

Ma andiamo con ordine: la discussione sulla possibilità di costruire dei casinò in Sicilia va avanti da ormai un decennio ed è diventata particolarmente “calda” nell'ultimo periodo. Aveva fatto particolare scalpore, solo un paio d'anni fa, la proposta dell'allora candidata alle elezioni regionali siciliane, Doriana Licata, di aprire una casa da gioco a Trapani per creare nuovi posti di lavoro.

Si parlò, in un mare di polemiche, di “provocazione fantapolitica”; due anni più tardi e molte discussioni dopo, invece, sono stati fatti “passi da gigante”: l'Assemblea Regionale Siciliana (ARS) ha approvato il disegno di legge Leanza – dal nome del primo firmatario della proposta di legge – per vedere finalmente la nascita di due Casinò nel Sud Italia. Ora la palla passa al Parlamento Italiano, che dovrà definitivamente approvare il ddl in modo che si possa ufficialmente dare il via ai lavori. I luoghi prescelti sono Palermo e Taormina.

«Due casinò nell'isola possono essere un importante volano di crescita turistica e di sviluppo – ha affermato Lino Leanza – Mi auguro che anche a livello nazionale i deputati eletti in Sicilia mostrino coesione analoga a quella dimostrata dall'Assemblea Regionale».

E ancora: «Quella della realizzazione dei Casinò è un'opportunità che la Sicilia non può farsi sfuggire – hanno sottolineato i consiglieri regionali Pippo Currenti e Totò Lentini –  Troppo spesso i turisti lasciano la regione per dirigersi verso la vicina isola di Malta, dove non hanno che l'imbarazzo della scelta dei Casinò in cui sfidare la dea bendata».

Anche l'assessore al turismo Michela Stancheris ha sottolineato l'importanza dell'iniziativa in chiave turistica, nell'ottica del rilancio di un settore che, inevitabilmente, ha risentito della crisi globale che negli ultimi anni ha colpito l'Italia e l'Europa.

La scelta di due meravigliose location come Palermo, città d'arte, e Taormina, una delle perle del turismo internazionale, famosa per le sue bellezze storiche e naturalistiche, conferma questo obiettivo di rilancio e di nuova crescita.

Per Taormina, tra l'altro, si tratterebbe di un “ritorno a un passato”: infatti negli anni sessanta, proprio grazie a un Casinò che venne aperto nella Villa Mon Repos, la cittadina fu centro mondano esclusivo, ritrovo dei vip dell'epoca, oltre che vanto e punto di incontro di tutti i giocatori del Sud Italia che, seppur per poco, poterono godere del “loro” Casinò senza spostarsi. La casa da gioco, pochi anni dopo la sua apertura, chiuse i battenti per un provvedimento della Repubblica Italiana ma in poco tempo riuscì a dimostrare tutta la sua importanza strategica.

Ora non ci resta che attendere da Roma la decisione definitiva per vedere se l'Italia è finalmente pronta ad affiancare due nuovi Casinò ai quattro attualmente presenti sul territorio nazionale.

No Image
Scopri di più Federica Zacchi

Communication and Public Relation officer

Qual è il tuo numero?

lukcynumber
lukcynumber

Giochi Gratis

Roulette Gratis Online

Roulette Gratis Online

La roulette gratis online è un gioco estremamente emozionante al quale potete giocare in ogni momento e ovunque voi siat...

Continua a leggere