Poker e social network, accoppiata vincente?

Poker e social network, accoppiata vincente?

05 mar 2014 | 10:23 Editor: Federica Zacchi

Siamo tutti sempre più social. Naturalmente, anche il mondo dei tavoli verdi non è da meno.

Dai giocatori professionisti ai semplici appassionati, la comunità pokeristica fa sicuramente la sua parte sui due social network più famosi e diffusi del mondo: parliamo di Facebook, che ha appena festeggiato il suo decimo compleanno e Twitter, i cui cinguettii giornalieri stanno diventando moda sempre più frequente.

Per i grandi del poker, così come di qualsiasi altro sport, avere un profilo è ormai praticamente d’obbligo. Parole, frasi, pensieri, commenti alle vittorie, nuovi fans o un numero sempre maggiore di followers: un semplice post o tweet, e in pochi click il gioco è fatto, la popolarità aumenta e tutto diventa alla portata di tutti. Moltissimi sono i players che anche durante i tornei di poker più importanti a livello mondiale, tra tutti le WSOP, grazie ai social network aggiornano i risultati in tempo reale e tengono informati gli appassionati sulle loro prestazioni, con tanto di stati d’animo inclusi.

Ma i social network non sono rose senza spine: è importante imparare a gestire la propria immagine virtuale, e non abusare della possibilità di commentare qualsiasi cosa. Accade quasi quotidianamente, ad esempio, che nei confronti di giornalisti e blogger vengano scagliate, da parte dei giocatori di poker, accuse di imparzialità; o ancora, succede spesso che si preferisca “lavare i panni sporchi” sul web piuttosto che all’interno del proprio team di appartenenza. Con conseguenze spesso poco piacevoli, polemiche e malumori.

Ma oltre ai due più noti social network, esistono piattaforme dedicate esclusivamente al poker, dove più che i giocatori professionisti possano trovare spazio gli appassionati e i giocatori amatoriali?

La risposta, come potrete immaginare, è sì.

Ed ecco allora Facce da Poker, piattaforma italiana nata per gli amanti del poker sportivo e del gaming. Come in ogni social network che si rispetti, c’è la possibilità di creare il proprio profilo, condividere foto e video, creare gruppi e blog tematici, giocare, rimanere aggiornati sui tornei ai tavoli verdi e vederli comodamente seduti sul divano di casa grazie al servizio “diretta streaming”. E non manca nemmeno l’interazione con Facebook e Twitter.

Altra piattaforma dedicata è Family Pot, in cui gli appassionati del poker online possono trovare pane per i loro denti: community di gioco, informazioni su dove giocare, notizie dai tornei in corso e curiosità sul poker a 360° gradi.

Abbiamo poi Acebook, altro social network che dà la possibilità di condividere informazioni sul gioco, di fare nuove amicizie, di seguire gli eventi live e di comprare i biglietti per assistere dal vivo allo spettacolo dei grandi tornei.

Abbiamo citato solo alcuni dei social network italiani di poker nati negli ultimi anni, ma ovviamente si tratta di un mondo ampio, anche guardando “oltre confine”. Di fronte a questo proliferare di network e community online, tutti noi – certamente non solo i giocatori di poker - dobbiamo imparare a gestire il mondo virtuale e a non sostituire il web alla “vita vera”.

Social sì, ma senza esagerare.

No Image
Scopri di più Federica Zacchi

Communication and Public Relation officer

Qual è il tuo numero?

lukcynumber
lukcynumber

Giochi Gratis

Roulette Gratis Online

Roulette Gratis Online

La roulette gratis online è un gioco estremamente emozionante al quale potete giocare in ogni momento e ovunque voi siat...

Continua a leggere