New York sceglie il sindaco… e i casinò

08 nov 2013 | 04:22 Editor: Giovanni Angioni

La Grande Mela pronta a incoronare il successore di Michael Bloomberg. Previsto anche il referendum per l'apertura di 7 casinò-resort.

Sono giorni importanti per New York, tanto per la città quanto per l'omonimo stato. A livello locale - se così si può definire una metropoli di 8,3 milioni di persone - i cittadini saranno chiamati a scegliere il successore del sindaco Michael Bloomberg, in carica ormai da 12 anni, mentre a livello statale ci sarà da benedire - o eventualmente sconfessare - la nuova politica d'apertura verso i casinò.

Si vota domani, sia per l'elezione del sindaco che per il referendum che dovrebbe portare all'apertura di sette casinò-resort. Per quanto riguarda il nuovo primo cittadino di New York, dovrebbe spuntarla facilmente l'italoamericano Bill De Blasio, candidato dei democratici che secondo il Wall Street Journal avrebbe il 65% dei consensi.

Niente da fare, dunque, per il repubblicano Joe Lotha, che dovrebbe fare un miracolo per recuperare una quarantina di punti percentuale.

Un voto di rottura, dunque, visto che Lotha non farebbe altro che portare avanti la politica impostata da Bloomberg per quasi tre lustri. E chissà se sarà così anche per tutti i cittadini dello stato di New York, che dovranno confermare il progetto, voluto fortemente dal governatore Andrew Cuomo, dell'apertura di sette casinò-resort, per far fronte alla crisi economica.

Il referendum serve per un emendamento alla Costituzione, la quale impedisce l'apertura di casinò a New York, con lo stato che dunque vede i propri cittadini recarsi negli stati più vicini (New Jersey e Pennsylvania su tutti) per fare una partita al blackjack o alla roulette. Cuomo vorrebbe che tale ricchezza rimanesse nei confini dello stato da lui governato, da qui la proposta di cui sopra.

Se ne parla ormai da mesi, e il partito del "sì" è grosso quanto quello del "no". I primi ritengono che l'apertura dei casinò a New York possa generare un indotto positivo anche per le infrastrutture, per non parlare dell'iniezione di liquidità particolarmente gradita in tempi di vacche magre come quelli che stiamo vivendo.

D'altra parte di oppositori ce ne sono parecchi. In primis gli indiani d'America, che temono di vedere erosa un'altra fetta dei 24 miliardi di dollari annui che guadagnano dalla gestione autonoma delle sale da gioco. Basti pensare che la tribù degli Shakopee del Minnesota, come scrive anche Roberto Fabbri su Il giornale, ha un reddito medio mensile di 84.000 dollari.

Si vota nella giornata di martedì 5 novembre: già mercoledì, New York potrebbe non essere più la stessa città. O lo stesso Stato.

Promozioni

Sala Ora
William Hill.it Casino Fino a 100€ di game bonus ogni settimana!
Gioca al Casinò come hai sempre fatto e potrai accumulare Punti Comp. WilliamHill Casino ti premia ogni settimana con un...
Betclic Casino Una promo per ogni giorno della settimana!
Approfitta delle fantastice promo giornaliere su Betclic Casino! Scopri di più!
Casino.com Weekend su Casino.com!
Preparati per un favoloso weekend con un extra del 25% fino a 100€.
Unibet.it Casino Weekend Gold Cards!
Ogni weekend vengono inserite 200 speciali “Gold Cards” dal valore di €3,000 nel Sabot (contenitore carte) de esclusivi tavoli...
PaddyPower Casino Bonus di Benvenuto di 300%!
Sul primo deposito effettuato nella sezione Casinò receverai il 300% di bonus reale fino ad un massimo di 300...

Qual è il tuo numero?

lukcynumber
lukcynumber

Giochi Gratis

Roulette Gratis Online

Roulette Gratis Online

La roulette gratis online è un gioco estremamente emozionante al quale potete giocare in ogni momento e ovunque voi siat...

Continua a leggere